Amici dello Stalett Clivio
Parlare della figura del dott. Amerigo Monti, comunemente chiamato "ul Meco" ed essere, per necessità di tempo brevi, è difficile perché è stato un uomo eccezionale, un medico validissimo ed un Sindaco indimenticabile.
La sua bontà, la sua semplicità, la sua generosità ed il suo altruismo ha lasciato un segno tangibile in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo.
Sempre in prima fila quando si trattava di iniziative sportive, culturali o caritative, tifosissimo dell'Inter ne è stato medico sociale per circa tre anni.
Nacque a Quincy nel Massachusetts (USA) il 19 Ottobre 1902 da una famiglia di emigrati. Rientrato giovanissimo in Italia fu avviato agli studi e si laureò in medicina nel 1932 a Milano dove iniziò la sua attività professionale.
Non dimentico della origine cliviese, più particolarmente dal Molino di Sotto, al termine d'una brillante carriera in città ritornò al paese avito, dove dispiegò attività pubblica e assistenziale sino a diventare Sindaco.
Un male incurabile lo ghermì ancora nel fervore delle sue molteplici attività. I funerali furono un'attestazione d'omaggio, di rispetto e riconoscenza verso chi aveva riscosso ammirazione e riconoscenza in ogni strato della popolazione cliviese e dei paesi limitrofi.


Il Dottor Monti
Seppe conciliare le varie parti in contrasto con abilità e diplomazia attirando consensi, in luogo continuò disinteressatamente la sua professione di medico con caldo spirito umanitario e senso del dovere, particolarmente dispiegati a favore delle classi meno abbienti.
Cultore della poesia dialettale, più volte riconosciuto dalla Famiglia Bosina, premiato con il secondo posto nel 1966 per la poesia "Un tern al lott" e nel 1968, terzo posto con la poesia "Ciau Vares", lasciò un patrimonio di poesie vernacole, in parte raccolte nei volumi dal titolo "Un po' di Clivio", "….Trami…e mi" e inediti.

Quivi ricorrono sentimenti a lui cari: fede nei valori religiosi, bontà, umanità, amore per il paese come per le sincere compagnie.
Attore comico nelle filodrammatiche dell'oratorio è più volte salito sul palco con i suoi ragazzi che tanto amava.
Ha esercitato la sua professione con abnegazione nella zona "Giambellino" a Milano diventando ben presto l'amico di tutti, il familiare atteso, ul sciur duttur. Nel fine settimana era presente a Clivio, la sua Clivio, unitamente alla tanto amata Adelaide, dove continuava la professione di medico, sempre disponibile a tutte le ore del giorno e della notte e a titolo gratuito.
Molti gruppi e Associazioni devono la loro nascita al dott. Amerigo Monti come lo Stalett, l'A.V.I.S. e tante altre ancora.

Con lo Stalett, da lui fondato nel 1968, nasce il Palio dei Rioni che ha avuto in lui un promotore ed un valido sostenitore nel colmare lacune, rivalità e campanilismi.
E' stato Consigliere Comunale dal 1953, anno di autonomia del Comune (fino a quella data Clivio era legata a Viggiù ed uniti), del quale ne fu un sostenitore fino al 1962 quando fu nominato Sindaco.
Rimasto in carica fino alla data della sua morte avvenuta in Clivio il 24 Marzo 1973.
E' stato veramente il Sindaco di tutti, il Sindaco di strada, il Sindaco a contatto diretto con la sua gente che tanto amava. Il Sindaco che tutti desiderano avere.
Molte opere pubbliche sono frutto della sua volontà e del suo interessamento: la Scuola Elementare, il Palazzo Comunale, i Pozzi dell'Acquedotto, le nuove strade comunali, con sistemazione di altre, il primo tratto della rete fognaria, il campo sportivo. Ma nel cuore della gente è rimasto non per le importanti opere ma perché viveva il quotidiano con loro, gioiva e soffriva con i suoi cliviesi.